Nomi : Non Solo Manga E Geisha

Quando ci viene chiesta una definizione della moda giapponese, automaticamente il nostro immaginario ci riporta alla mente delle idee abbastanza contrastanti: o viene percepita come il gusto tradizionalmente radicato nella cultura nipponica stessa, fatto di sandali e kimono ,quella moda che ci viene presentata in pellicole come “Memorie di una Geisha”, oppure, la si associa ad un lato totalmente differente del Giappone, quello di oggi, fatto di manga e cosplay, di eccesso e di una diversità quasi fuori da questo mondo.

 



Per capire però, che il senso di questa moda sia qualcosa di ben più articolato e complesso, basterebbe camminare per le gremite strade della sua capitale, Tokyo.

 

Grande, efficiente ma soprattutto multiculturale, queste le caratteristiche delle tipiche città metropolitane; tutti aggettivi perfettamente condivisibili ovviamente da Tokyo, uno dei più grandi centri del mondo che sta acquistando sempre più notorietà e spessore nell’universo del fashion business. Uno stile, quello in voga nella fantomatica terra del sol Levante, che studiandolo a fondo ci si rende conto della sua grande unicità. In equilibrio tra l’antica e affascinante cultura locale e gli spunti presi in prestito da quella europea, per quanto apparentemente incompatibili e differenti, questi due stili si mixano in maniera nuova ed interessante generando un gusto moderno e diverso.

 

Cosa si indossa quindi realmente in Giappone? Sicuramente questa è una domanda non facile da rispondere.

 

Proprio perché si tratta di una percezione del fashion del tutto diversa dai canoni standard a cui siamo abituati, sarebbe in effetti difficile trovare una sua descrizione unitaria, esaustiva. Lo stile giapponese moderno punta su una concezione dello stile definibile attraverso la parola のみ( “nomi”), cioè un senso di grande unicità ,capace di generare però, in maniera parallela, una miriade di nuovi trend. Proprio per la loro particolarità, questi trend stanno prendendo piede anche in Europa, in particolar modo in una città sensibile alle nuove tendenze come Berlino.

 

Impossibile sarebbe andare a Tokyo e non trovare ad esempio una ragazza che non indossi una salopette. Di qualsiasi forma o colore, è questo il capo più presente nello street style del posto.

 

previous arrow
next arrow
Slider

 

L’ultimo è invece un capo fantastico: ripreso dall’antica tradizione nipponica, il kimono rivisitato è una vera e propria mania che sta sfociando anche in Occidente.

 

previous arrow
next arrow
Slider