Il Fascino Evergreen Del Camel Coat

Inverno: la stagione per eccellenza in grado di mettere a rischio il concetto di fashion; essendo da escludere ovviamente i capi che più amiamo come sandali gioiello, tacchi spuntati, gonne ed abiti corti, ci si trova costantemente a dover fare delle scelte su cosa indossare: optare per la comodità e il calore oppure congelarsi pur di rimanere alla moda?

 

Eppure la soluzione a questi dubbi è da trovarsi in un capospalla che da sempre è in grado di salvare qualunque look: stiamo parlando ovviamente del famoso cappotto color cammello, in inglese Camel Coat.

 



Avvolgente, morbido ma soprattutto alleato indiscusso contro i primi freddi, è l’elemento indispensabile nel nostro guardaroba, non sorprende perciò che sia un’ icona senza tempo della moda, capace di accontentare tutti i gusti da generazione in generazione.

 

Altra caratteristica importante è infatti la grande versatilità che possiede: non è unicamente, come generalmente si pensa, simbolo di uno stile elegante ma può essere combinato con altri capi per creare anche uno look più casual o perfino sporty, insomma è il non-plus-ultra dei cappotti.

 

Vediamo dunque 7 modi differenti in cui il camel coat può essere declinato per ogni esigenza e mood.

 
 

Nr.1, the coat

 

Il modello che senza alcun dubbio risulta essere il più amato di sempre è quello in cachemire di Max Mara, capo simbolo in effetti, del marchio stesso.

 

Slider

 

Dalla tonalità calda, così come il tessuto di cui è fatto, viene in questa opzione vintage e super classy avvolto in vita con una cintura per esaltare le curve femminili.

 

Altrettanto chic è il modello disegnato da Chanel, come quello in foto, che denota come l’abbinamento must è sicuramente con il total black, dalla grande sensualità e raffinatezza.

 

Slider

 

pantaloni a sigaretta e scarpe con il tacco basso, che come abbiamo visto nell’articolo precedente, sono particolarmente in voga quest’autunno-inverno.

 
 

Nr.2, classy&cosy

 

La seconda è invece una versione oversize che si cura meno di evidenziare le forme puntando invece sul comfort, senza perdere però il classico fascino che contraddistingue questo coat.

 

Slider

 

in questo caso si presenta con lunghi rever in modo da poter essere avvolto attorno al collo, assicurando così calore ma anche uno stile impeccabile.

 
 

Nr.3, sporty

 

C’è poi chi invece preferisce indossare abiti più sporty ed informali: ebbene il camel coat è il capo ideale anche per chi ha questo scopo;

 

Slider

 

Provalo con felpa oversize, pantacollant, delle comode sneakers e borsa rettangolare.

 
 

Nr.4, short

 

Non solo è abbinabile a vari stili ma si presenta anche in varie misure, tutte indiscutibilmente diverse ma al contempo ultra-fashionable.

 

Slider

 

più corto con jeans e tacchi, per esempio è una versione che potrebbe essere definita come più “disimpegnata” rispetto alle precedenti ma comunque assolutamente
vincente.

 

Slider

 

In un match perfetto per contrastare il gelo invernale è anche con maglione a collo alto purché sia di tonalità melange o grigie; c’è da notare però anche qualche altro dettaglio: in foto è mostrato come questo cappotto sia in grado di fungere addirittura anche da giacca, insomma un capo per mille usi.

 
 

Nr.5, casual chic

 

Camicia, borsetta e flat shoes, ideale per una giornata autunnale soprattutto per chi vuole invece un outfit molto più casual come quanto mostrato in foto.

 

Slider

 
 

Nr.6, sexy

 

Per quelle che invece cercano qualcosa da indossare che sia estremamente sensuale ed affascinante la risposta è come al solito il nostro amato coat!

 

Slider

 

abbinato a stivali alti e affascinanti con una felpa oversize che funge qui da little black dress, praticamente pure sexiness.

 
 

Nr.7, alternative

 

La famosa casa di moda italiana Liu Jo ne ha invece realizzato un modello con bottoni che è capace di attrarre l’attenzione anche di chi è alla ricerca di uno stile più alternativo, più fuori dalle righe.

 

Slider

 

anfibi neri con cinghie borchiate, simbolo indiscusso del movimento punk, in un mix insolito quanto affascinante con un basco alla francese, dal gusto bon-ton.